Twitter contro il cyberbullismo

twitterSe in altri tempi era solo bullismo adesso viene chiamato cyberbullismo perchè praticato nel ciberspazio, tutto ciò che riguarda odio e violenza incitato su piattaforme social.

I vari social sono in costante aggiornamento e si muovono sempre più con misure stringenti e rigide verso coloro che praticano bullismo.

Twitter, in particolare, si è occupata recentemente di ampliare la funzione ‘mute’ che permette di nascondere contenuti che non si vuole vedere e allo stesso tempo si è occupata di approfondire la segnalazione verso coloro che violano le politiche del social stesso.

Tra le varie cose, la società del noto social ha fatto sapere che i suoi dipendenti a tal riguardo verranno sottoposti a maggiore formazione per indentificare comportamenti razzisti, di odio e/o di abusi direttamente alla fonte.

Purtoppo nel porre questi limiti bisogna fare attenzione anche a non oltrepassare la libertà di parola ed espressione.

Il confine è molto sottile e soprattutto non è facile trovare metodi che mettano fine a questo tipo di comportamento anche perchè vietando, in genere, qualsiasi cosa, si sà la gente trovera altri modi per fare quella determinata cosa.

 

Vota Questo Articolo:
[Totale: 0 Media: 0]
Senza categoria

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *